Sulle tracce degli Etruschi in Valdichiana Senese: due giorni tra Chiusi, Montepulciano e Chianciano Terme

In bici, in cucina, alle terme o degustando un calice di Vino Nobile di Montepulciano. Un itinerario completo alla scoperta della civiltà etrusca.

In Valdichiana Senese, ci sono molti modi per scoprire gli Etruschi: a piedi, in bicicletta, sottoterra tra i cunicoli della città sotterranea, ammirando i pezzi unici da museo, in cucina degustando piatti e ricette millenarie o degustando un calice di vino. Scopriamo insieme in questo articolo di Valdichiana Living un itinerario ideale di due giorni alla scoperta degli Etruschi in Valdichiana Senese partendo da Chiusi, passando per Montepulciano e Chianciano Terme.

Alla scoperta di Chiusi: una delle dodecadopoli etrusche 

L’avventura alla scoperta degli Etruschi inizia dal centro storico di Chiusi, dove vi attenderà un’ebike per raggiungere la prima tappa dell’itinerario: la necropoli etrusca. Qui è impossibile non fermarsi ad ammirare la Tomba della Pellegrina, al cui interno sono stati ritrovati urne e sarcofagi di rara bellezza,  e la Tomba della Scimmia che risale all’inizio V secolo a.C. Nelle pitture che decorano le pareti del vestibolo sono rappresentati scene giocose come la corsa delle bighe ed esibizioni di acrobati, lottatori e musicisti. Legata a un cespuglio si vede la scimmia, da cui deriva il nome della tomba. Qui trovate tutte le informazioni utili per prenotare una visita alla tomaba e consultare gli orari di apertura al pubblico. 

Finita la visita alla necropoli, l’itinerario ripartire verso il Lago di Chiusi dove la tradizione etrusca si ritrova nel brustico, pesce di lago cotto su un fuoco alimentato da canne e giunchi, proprio come nel VII a.C. Seguendo l'antica ricetta etrusca, ancora oggi i pesci vengono lasciati carbonizzare all'esterno per facilitare la raschiatura delle squame. Una volta tolte le lische poi, si aggiunge un pizzico di sale, pepe e  un filo di olio extravergine d'oliva per esaltarne il gusto.  

Dopo il brustico è il momento di rientrare a Chiusi per scoprire le meraviglie etrusche conservate nel centro storico tra il Museo Nazionale Etrusco e la Città Sotterranea.
Il Museo Etrusco è uno dei più importanti musei etruschi d’Italia. Percorrendo le sale del museo si intraprende un vero e proprio viaggio nel tempo: dalla sala dell'età del ferro e del bronzo, fino alla sezione dedicata all'arte longobarda, con armi e gioielli,  fino poi all'importante sezione etrusca - dove sono esposti vasi greci importati e famosi vasi canopi, insieme a vasi funerari con coperchi realizzati a forma di teste umane – e fino sala dedicata al periodo romano a Chiusi, con le sue notevoli sculture in marmo. 

Terminata la visita al Museo Nazionale Etrusco è il momento di  ritornare sottoterra. A Chiusi, infatti, vi è un’intera città sotterranea dove sono conservati più di 500 urne funerarie e un antico pozzo dove è tuttora presente un piccolo lago caratteristico per la sua acqua cristallina. Una volta tornati nel centro storico, se non si è troppo stanchi prima di ripartire, vi consigliamo di salire sulla torre nella piazza principale dalla quale è possibile ammirare un bellissimo panorama della Valdichiana Senese e Aretina.

Qui troverete tutte le informazioni per prenotare i biglietti per accedere al sistema museale chiusino e consultare gli orari di apertura al pubblico. 

Montepulciano: Vino Nobile DOCG e  Etruschi 

L’itinerario continua a Montepulciano dove la storia della civiltà etrusca si fonde con la tradizione vitivinicola che distingue questo borgo dagli altri della Valdichiana Senese. Sicuramente merita una visita il Museo Civico – Pinacoteca Crociani che ospita una interessante selezione di reperti etruschi. Una volta fuori dal museo, bastano pochi passi per trovarsi alla Cantina De’ Ricci, le cui origini risalgono al XVI secolo e che alcuni definiscono “la cattedrale del vino”.  All’interno della cantina - la cui bellezza toglie il fiato -  è stata ritrovata una grotta di origine etrusca che, all’epoca, molto probabilmente ospitava una famiglia.

Il viaggio alla scoperta del legame tra vino e Etruschi continua nella Fortezza poliziana, a pochi metri da Piazza Grande, che ospita l’Enoliteca del Consorzio del Vino Nobile di Montepulciano. A rendere unica l’Enoliteca è il suo pavimento in vetro dal quale è possibile ammirare i resti archeologici: basi di edifici etruschi e un’antica cisterna romana. Oltre alla bellezza del luogo, a rendere perfetto l’aperitivo qui è la scelta di etichette che l’ Enoliteca del Consorzio del Vino Nobile di Montepulciano offre, quasi  100 tra Vino Nobile di Montepulciano DOCG e Rosso di Montepulciano DOC. Il nostro consiglio è di godersi un calice di Vino Nobile di Montepulciano DOCG ammirando il tramonto, da qui la vista è mozzafiato!

Un bagno a Chianciano Terme nelle acque degli Etruschi 

Per concludere il vostro breve soggiorno in Valdichiana Senese non possono mancare le Terme. A pochi chilometri da Montepulciano, nella città termale di Chianciano Terme, potete scegliere tra un’ampia offerta di strutture termali. Il nostro suggerimento sono le Terme Sensoriali (potete acquistare il biglietto d'ingresso qui) che offrono ai visitatori un viaggio attraverso diverse piscine, hammam e saune, tutte basate su esperienze sensoriali. Vi rigenererete nelle piscine d'acqua salata, camminerete su pietre di ghiaia con spruzzi d'acqua calda e fredda, vi rilasserete seduti in un hammam etrusco, dove il vapore ha un odore delicato di fiori, erbe e miele. Infine, una cosa da non perdere:  i fanghi rilassanti o energizzanti.

Se deciderete di prolungare il vostro momento di benessere alle Terme Sensoriali, potrete prenotare anche una serie di massaggi, trattamenti per la pelle e per il corpo. 

Che aspetti a metterti in viaggio sulle tracce degli Etruschi?

IT