Il Palio dei Somari di Torrita di Siena: l'evento che unisce una comunità

Entriamo insieme nell'atmosfera del Palio dei Somari di Torrita di Siena

Se in questo periodo vi è capitato di passare per Torrita di Siena avrete notato, o meglio sentito, che un certo ritmo echeggia nell’aria. Del resto siamo in quel momento dell’anno in cui i ragazzi e le ragazze torritesi si ritrovano negli angoli del paese con bandiere e tamburi per prepararsi per l’evento più importante del paese: il Palio dei Somari,  la manifestazione dedicata San Giuseppe arrivata alla sua 64esima edizione.

Aspettando l’edizione 2020, che si terrà dal 14 al 22 marzo (trovate le proposte riservate per il Palio dei Somari qui), iniziamo il viaggio allo scoperta di questa inusuale, ma affascinante manifestazione con questo articolo di Valdichiana Living, a cui seguiranno, nelle prossime tre settimane, i racconti dei local ambassadors toritesi che ci spiegheranno con le loro parole cosa significa il Palio dei Somari per Torrita e la sua comunità. 

La storia 

Nata come una festa popolare, oggi il Palio dei Somari di Torrita di Siena è una delle poche manifestazioni toscane ad essere riconosciuta come rievocazione e ricostruzione storica. Esattamente, era il 1966 quando nacque l'idea di organizzare un evento che celebrasse la grande tradizione della lavorazione del legno, che al tempo era ampiamente diffusa nel comune di Torrita di Siena. Da qui la scelta di dedicare l'evento a San Giuseppe, patrono dei falegnami. Il Palio dei Somari, infatti, voleva essere questo: una festa ispirata alla semplicità e alla tenacia del lavoro artigiano. Oggi invece il Palio dei somari è molto di più: un appuntamento che dura un'intera settimana di eventi tra rievocazioni, attesissima corsa dei somari e la tradizione enogastronomica.

Le otto contrade 

Le vere protagoniste della manifestazione sono le otto contrade torritesi, con i propri colori e stemmi rappresentativi. Quattro di queste si trovano all'interno del centro storico e rappresentano le quattro porte del antico castello di Torrita: Porta Nova (bianco-nero), Porta a Sole (Blu - giallo), Porta a Pago (Rosso-verde) e Porta Gavina (rosso-nero). A queste si aggiungono le quattro contrade fuori dal centro storico: Le Fonti (rosso-bianco), Refenero (azzurro-bianco), Stazione (bianco-rosso-blu) e Cavone (verde-bianco). Le contrade sono attive tutto l’anno e hanno un ruolo fondamentale nel tessuto sociale torritese. Alcune delle sedi delle contrade sono visitabili (su richiesta), anche “fuori palio”: un’esperienza che vi suggeriamo per arricchire il vostro soggiorno nel borgo medievale di Torrita di Siena.

Il corte storico 

Il corteo storico è la punta di diamante della manifestazione: gli abiti sono cuciti da ogni Contrada rispettando modelli e stoffe della moda del XV secolo, secondo precise e attente ricerche storiche. Per un giorno Torrita sembra tornare al 1400 con i suoi figuranti  abbelliti da sontuosi velluti, antiche armature ed eleganti copricapo. Novità dell’edizione 2020 è l’introduzione nel corteo storico  di un capitano d'armi vestito di un'armatura fedelmente ricostruita risalente al 1425.
Vestire i colori della propria contrada durante il corte storico del Palio dei Somari è motivo di orgoglio, oltre ad essere una tappa essenziale della vita di ogni torritese. 

La corsa

La corsa si svolge presso il Gioco del Pallone, un grande sferisterio adiacente alle mura dell'antico castello Torrita di Siena. Sugli spalti tutt'intorno al campo di gara, prendono posto ogni anno tanti Torritesi, e non solo, sostenitori delle proprie Contrade. Alla corsa partecipano gli otto somari assegnati per estrazione alle Contrade, montati dai rispettivi fantini. L'indole del somaro, testarda e poco prevedibile, rende vano ogni pronostico e la tensione rimane alta sino al termine della gara, quando il primo somaro compie i quattro giri della pista necessari ad aggiudicarsi il Palio, l'ambito drappellone dipinto (quest’anno proprio da un artista torritese), immediatamente affidato alla Contrada vincitrice e portato in trionfo da questa fino alla propria sede.

L'edizione 2020: dal 14 al 22 marzo

Il Palio dei Somari apre il calendario degli eventi della Valdichiana Sense. Qui di seguito il programma dei principali appuntamenti della manifestazione che si aprira il weekend del 14 e 15 marzo con le tradizionali Taverne

Sabato 14 marzo. Si apre ufficialmente il Palio dei Somari 2020 con il Mercato Medievale de La Nencia, l'esposizione di manufatti artigianali che si snoda nelle vie del centro storico, e lo spettacolo di rievocazione storica che accompagna dell'estrazione degli abbinamenti per la fase di qualificazione della Corsa. A seguire le rinomate Taverne, i diversi punti ristoro in cui le Contrade servono i piatti tipici della tradizione gastronomica locale, con spettacoli itineranti che, tra musica e performance in stile medievale, protraggono l'intrattenimento in piazza fino a tarda notte.

Domenica 15 Dal mattino i giardini adiacenti al centro storico ospitano "Somarando", la rassegna espositiva dedicata agli animali protagonisti della manifestazione, mentre in piazza Matteotti alle 10.30 si svolge l'esibizione del Gruppo Sbandieratori e Tamburini. Nel pomeriggio è attesa invece l'esibizione degli allievi della scuola del Gruppo Sbandieratori e Tamburini. Alla sera torna l'appuntamento con le Taverne.

Venerdì 20 È la volta delle cene propiziatorie in contrada nel corso delle quali sono presentati ufficialmente i fantini. L'esperienza ideale per entrare nella piena atmosfera del Palio per un visitatore. 

Sabato 21 Alle 21.30 in piazza Matteotti, viene fatta mostra del drappo, dipinto per questa edizione da un artista torritese a cui segue la gara a coppie tra gli Sbandieratori e i Tamburini delle Contrade e all'esibizione dei quartetti degli antichi Castelli.

Domenica 24 L'ingresso del corteo di ciascuna Contrada in piazza Matteotti segna l'inizio della giornata che prosegue con la Santa Messa, officiata nella Chiesa delle Sante Flora e Lucilla, con le esibizioni degli Sbandieratori e i Tamburini in piazza e il lungo corteo storico per le vie del borgo, di cui entra quest'anno a far parte la figura del capitano d'armi.Il Palio dei Somari si corre nel pomeriggio, alle 16, nel campo di gara allestito presso il Gioco del Pallone. In caso di pioggia il Palio è rimandato a domenica 29 marzo.

 

IT