I primi abitanti della Terra del Benessere: gli Etruschi

La Valdichiana Senese, l'Eden Etrusco d'Italia

L'anno 2020 è iniziato con la premiazione da parte di Mibact ed ENIT della Valdichiana Senese come destinazione del benessere italiano, titolo che ha sancito l'entrata del territorio all'interno della rete europea di destinazioni di eccellenza europee EDEN. Un titolo che però viene da ben più lontano nel tempo. Ci piace pensare - e forse è davvero così - che la "Terra del Benessere" sia un vero e proprio patrimonio biologico e antropologico che gli abitanti della Valdichiana Senese hanno ereditato dalla civiltà etrusca che anticamente abitava questo territorio e dove le tracce sono tuttora ben evidenti: sia nei reperti archeologici, ma anche nello stile di vita e all'organizzazione economia e sociale attuale. 

C'è infatti un filo lugo 3000 anni che unisce culturalmente gli abitanti della Valdichiana Senese ai loro antenati etruschi: quell'attenzione al benessere che sia gli abitanti che i visitatori di questo territorio ricercano e che qui possono ritrovare, oggi come allora, nel cibo, nell'acqua, nell'artigianato e nel buon vivere. I reperti archeologici che si possono ammirare nei musei e nelle aree di considerevole dal considerevole interesse storico e culturale dei comuni di Chiusi - una delle dodecadopoli etrusche nonché città del mitico Re Porsenna - Sarteano e Chianciano Terme testimoniano infatti che questi elementi hanno caratterizzato lo sviluppo della civiltà.

Che poi cibo, acqua, artigianato e buon vivere non sono altro che gli elementi che oggi ritroviamo nei nove comuni della Valdichiana Senese e che l'hanno portata dopo 3000 mila anni ad ottenere il titolo di destinazione del benessere italiana.

Le acque oggi sono quelle termali, presenti a Chianciano Terme, San Casciano dei Bagni e a Montepulciano dove la proposta wellness si declina ancora in trattamenti di origine etrusca;i l cibo non è altro che il vino,che ritroviamo a Montepulciano con il suo Vino Nobile, e l'olio extra vergine d'oliva, altro elemento fondamentale dell'alimentazione etrusca, che ritroviamo nel comune Trequanda; per non parlare dell'artigianato, quello etrusco dei meravigliosi gioielli e dei misteriosi canopi, che oggi rivive nelle storiche realtà artistiche e artigianali di Torrita di Siena e Sinalunga;  fino al buon vivere, oggi buen ritiro, come nel caso di Cetona

Iniziamo così il viaggio alla scoperta della "Terra del Benessere" attraverso questo antico popolo, che rivive nelle abitudini degli attuali abitanti del territorio.
artiamo oggi con la storia, i musei, le tombe e le proposte per scoprire in un'unica proposta di viaggio Etruschi e Valdichaina Senese.

La storia 

La Valdichiana senese si trova proprio nel cuore dell'Etruria, ovvero quella porzione del centro Italia, abitata da questa magnifica civiltà. Ma chi sono gli Etruschi? Cosa sappiamo di loro? Beh, rispondere a questa domanda è molto difficile, perchè il fascino di questo antico popolo è dato anche e soprattutto dal suo mistero. Sappiamo che era una popolazione con una società ben organizzata, che avevano un alfabeto tutto loro (i primi nella penisola italiana), che erano maestri indiscussi e precursori inarrivabili nel campo dell'artigianato orafo e che erano un popolo molto avanzato culturalmente, al punto che tra i 7 Re di Roma, ben tre erano di origine Etrusca. . Qui in Valdichiana Senese abbiamo tante piccole tracce, reperti, siti archelogici ma anche tombe in mezzo ai nostri boschi. Per scoprire davvero chi sono stati gli Etruschi nella Valdichiana senese, bisogna seguire le molte tracce che ci hanno lasciato, calandoci dentro il mistero e lasciandoci avvolgere da questo fascino antico.

I musei Etruschi, gli scrigni di una vita lontana

La prima esperienza che vogliamo proporvi è un primo incontro con la civiltà etrusca da vivere dentro i musei dedicati della zona. I musei che vi proponiamo si trovano a Chianciano, a Sarteano e a Chiusi, anche se origine etrusche si hanno anche a Sinalunga, San Casciano e Montepulciano. Perchè il museo? Perchè qui si entra maggiormente in contatto con la quotidianità della vita di questo popolo, con gli oggetti di tutti i giorni, ma anche con la loro cultura attraverso i preziosissimi reperti rinvenuti attorno.

Le tombe, un concetto aldilà della nostra cultura

Quello che più o meno tutti sanno è che gli etruschi costruivano delle vere e proprie necropoli, ovvero delle piccole città volte a ospitare i defunti per il loro ultimo viaggio. Nelle tombe della zona sono stati rinvenuti reperti importantissimi. Alcune di esse, come ad esempio la "Quadriga infernale" a Sarteano, sono affrescate e si lasciano ammirare, dando ai visitatori la sensazione di tornare indietro nel tempo. Insomma la visita agli scavi vi calerà davvero dentro un mistero affascinante.

Tour completo tra radici e presente

Se la storia Etrusca vi ha già incuriosito perchè scegliere tra musei e tombe? Abbiamo, infatti, pensato a Tour e pacchetti volti a scoprire il mondo etrusco a tutto tondo. Tra musei e siti archeologici fino alla scoperta della Città sotterranea di Chiusi con oltre 120 metri di gallerie che ospitano una delle mostre più affascinanti dedicata a questo popolo misterioso. Ma c'è di più! Per farvi capire come qui il passato e il presente si uniscono abbiamo pensato di proporvi una sorpresa dentro le mura di Montepulciano. Le tracce degli Etruschi ci sono, ma dobbiamo andarle a scovare nel sottosuolo, dove più cantine conservano ancora intatte le tracce del passaggio e della vita degli etruschi nella Valdichiana senese.

IT