Sei di passaggio? Tre luoghi irrinunciabili da visitare senza perdere di vista la meta

Una volta in Valdichiana Senese non si può rinunciare a visitare questi tre luoghi rappresentativi di un territorio millenario.

La Valdichiana Senese è ricca di bellezze, di eventi di interesse culturale e di eccellenze eno-gastronomiche da degustare. Per apprezzare tutto quanto quest’area della Toscana ha da offrire, e cogliere così la vera essenza locale, l’ideale sarebbe un lungo soggiorno all’insegna del relax e della tranquillità, tuttavia, se avete solo poche ore a disposizione, non potete non visitare almeno tre luoghi imperdibili!

Tempio di San Biagio – Montepulciano

Questo capolavoro del Rinascimento è un pezzo davvero unico, capace di lasciare a bocca aperta turisti e non.  La chiesa si colloca al centro di un prato pianeggiante e la sua posizione, fuori della città, in mezzo a un paesaggio straordinario, ne evidenzia la grandiosità. Il Tempio, progettato da Antonio da Sangallo il Vecchio per volere di Papa Leone X, figlio di Lorenzo il Magnifico, risulta essere un’eccezionale sintesi tra il linguaggio artistico del Rinascimento, ispirato alla perfezione dei classici, e la devozione religiosa dal quale è scaturita l’edificazione della chiesa. Non solo una meraviglia architettonica,  il Tempio costituisce anche un luogo di aggregazione per gli abitanti di Montepulciano: visitare San Biagio in un pomeriggio primaverile significa venire a contatto con ragazzi e anziani che condividono il prato in totale armonia, conciliando la sacralità della Chiesa con la convivialità della Valdichiana Senese.

Tomba della Quadriga Infernale – Sarteano

Per tutti gli amanti della storia e dell’arte, una visita alla Tomba della Quadriga Infernale è d’obbligo nel caso in cui siate di passaggio in Valdichiana Senese. Sensazionale scoperta archeologica, la Tomba regala una testimonianza unica dell’immaginario etrusco dell’Aldilà.  Fredda, umida, lascia letteralmente a bocca aperta per l’esplosione di rosso vivo sul lato sinistro del corridoio, dove è rappresentata una quadriga che corre verso gli inferi, guidata da un demone con i capelli fiammeggianti. Poco più avanti una scena di banchetto con due uomini, forse padre e figlio riconciliati nell’aldilà, forse due amanti. In fondo alla tomba, un sarcofago e due spettacolari rappresentazioni. In una parete un ippocampo, nell’altra un serpente a tre teste che difficilmente scorderete, talmente straordinario che ha ispirato una delle creazioni firmate Gucci di Alessandro Michele.

Riserva Naturale di Pietraporciana – Chianciano Terme e Sarteano

Se da una visita in Valdichiana Senese vi aspettate dolci colline e morbidi panorami sulle valli circostanti, resterete sorpresi dai numerosi parchi e boschi che arricchiscono il patrimonio naturalistico di questo angolo di toscana: vere e proprie oasi di pace al di fuori degli itinerari più conosciuti, da percorrere a piedi o in bici, per svolgere attività all’aria aperta. La Riserva di Pietraporciana, tra Chianciano Terme e Sarteano, si raggiunge solo percorrendo sentieri di strada bianca, circondati da un paesaggio naturale incontaminato e silenzioso. Superata la maestosa faggeta secolare all’ingresso della Riserva, potrete raggiungere la vetta del poggio di Pietraporciana, per godere di una vista mozzafiato che abbraccia anche il Monte Amiata.

E una volta visitati?

Il viaggio continua con Valdichiana Living! Dai un occhio alla sezione esplora, scarica i materiali informativi nell’b oppure scrivici a info@valdichianaliving.it e saremo felici di accompagnarti alla scoperta della Valdichiana Senese.

IT
CH