Dove ammirare il foliage in Valdichiana Senese: 5 trekking per scoprire la magia delle foglie che cambiano colore

Lo spettacolo naturale del foliage in Valdichiana Senese si fa ancora più bello. Tra i boschi che abbracciano i borghi, i sentieri che vi portano in punti panoramici tra i più belli del mondo: questo è il momento di riprendere il contatto con la natura.

L’Autunno è la stagione in cui va in scena il più sensazionale degli spettacoli della natura: il foliage. Le foglie prima di staccarsi dai rami degli alberi cambiano colore, passano dal verde all’arancione, il rosso e il giallo regalando panorami incantanti. Secondo uno studio, camminare nei boschi durante il foliage ha effetti benefici sulla mente e sul fisico, allevia lo stress e aiuta a ristabilire un contatto con la natura. Ecco cinque sentieri ideali per fare trekking o semplicemente una camminata rilassante in autonomia o in compagna di una guida ambientale.

Preparate pile, scarponcini da trekking e macchina fotografica e pronti a conquistare nuovi panorami.

Il sentiero del Vinsanto da Torrita di Siena a Montefollonico. O viceversa. 

Lunghezza: 7 km
Dislivello: 242 m

Scarica il tracciato del percorso

Questo sentiero collega i due castelli medievali di Torrita di Siena e Montefollonico, conosciuto per essere il borgo del Vinsanto (ogni anno l’8 dicembre si tiene un appuntamento molto sentito dalla comunità locale dedicato al vino dolce). 7km di pura natura immersi nel bosco accompagnati dal silenzio e dal richiamo degli animali selvatici. Non sarebbe un caso se vi capitasse di scorgere caprioli o coloratissimi fagiani lungo il percorso. A colpirvi saranno sicuramente i panorami e gli scorci su Montepulciano che noterete sbucare tra le chiome degli alberi. Da non perdere il Parco Il Tondo, un suggestivo bosco di lecci e cipressi strutturato a forma circolare a cui deve il nome, da cui si gode una bellissima vista sulla Valdichiana fino al Lago Trasimeno. Nel momento del foliage Il Tondo si trasforma in una macchia cangiante che colpisce per forma e atmosfera. Al centro del parco si scorgono tavoli in pietra perfetti per una sosta pranzo durante il trekking.

Questo è solo uno dei sentieri che potete percorre a Torrita di Siena, tutti gli altri sono consultabili su Torrita di Siena Living.

Sentiero del Rigo a Celle Sul Rigo a San Casciano dei Bagni

Lunghezza: 11,5 Km
Tempo stimato: 3h 05minuti
Dislivello: 398 m

Scarica la mappa del percorso

Un sentiero ad anello che comincia appena fuori le mura del centro storico di Celle sul Rigo, in Piazza Risorgimento, dove potrete notare anche il cartello che indica la direzione del percorso. 11 km tra i panorami mozzafiato che hanno ispirato Giosuè Carducci che a Celle sul Rigo passava le vacanze estive con la famiglia e dove tuttora è ricordato con un monumento che incontrerete nei primi tratti di cammino. Lasciato alle spalle il borgo vi avventurerete alla scoperta della campagna circostante, dove la Valdichiana Senese si fa Val d’Orcia, dove le colline diventano calanchi e il fascino si fa immenso specialmente in autunno quando i boschi circostanti si colorano di rosso-arancione-giallo. I vostri punti di riferimento saranno i vari poderi che incontrerete lungo il cammino (Fontanelle, Macetona) oltre alle tartufaie, la zona è infatti particolarmente vocata alla ricerca di questo prezioso prodotto. Camminando noterete Celle sul Rigo sempre più distante, apprezzandone la bellezza paesaggistica, fino ad arrivare al torrente Rigo per poi rientrare nella strada provinciale e tornare al punto di partenza.

Questo è solo uno dei sentieri che potete percorre a San Casciano dei Bagni, tutti gli altri sono consultabili sul sito San Casciano Active dove troverete i tracciati oltre che un video 3D che simula il percorso.

Anello di Castelmuzio tra le meraviglie della Valdichiana Senese e al Val d’Orcia

Lunghezza: 11,5 Km
Tempo stimato: 2h 15minuti
Dislivello: 230 m

Il vostro itinerario alla scoperta delle meraviglie della Valdichiana Senese e della Val d’Orcia partirà da Castelmuzio, un vero e proprio gioiello tra i borghi toscani anche conosciuto come “Borgo Salotto” che è anche il nome dell’associazione locale che si impegna a mantenere vivo e curare il borgo in ogni suo dettaglio, arredo urbano, eventi e promozione culturale. Dal borgo si scende verso la valle ammantata dagli olivi per imboccare Via della Trove, dalla quale potrete già scorgere in lontananza la torre del Monastero di Sant’Anna in Camprena, e poi salire fin dentro il bosco che in autunno con il foliage diventa. Tra cipressi, querce e poderi si raggiunge la spianata del monastero, dove sarà facile riconoscere alcune scene del famoso film “Il Paziente Inglese”. Raggiunta la provinciale si piega a destra e poi a sinistra, per una stradella che scende al Podere Lama e poi al torrente Trove. A questo punto si può risalire direttamente a Castelmuzio passando per la stessa via dell’andata, oppure deviare verso Podere Estia, raggiungendo la Pieve romanica di Santo Stefano a Cennano, il cui impianto originario è precedente all’anno 1000.  Il tratto di strada che ricongiunge a Castelmuzio dalla Pieve di Santo Stefano conclude questo bellissimo itinerario.

Anello nella campagna di Chianciano Terme passando per il Convento dei Cappuccini a Montepulciano

Lunghezza: 10,3 Km
Tempo stimato: 3h 3minuti
Dislivello: 268 m

Questo percorso ad anello vi porterà alla scoperta dei boschi che abbracciano Chianciano Terme che in autunno si riscalda di tepore naturale tra i colori del foliage e le acque termali. Le Piscine Termali Theia sono il punto di partenza, da qui salirete per Via della Foresta fino a raggiungere la zona di Poggiardelli da dove si raggiunge il Convento dei Cappuccini “La Maddalena”, un tempo luogo di eremitaggio cristiano oggi luogo religioso e punto di accoglienza turistica. Il convento è circondato da un bosco di circa 22 ettari che attraverserete lungo il vostro cammino. L’ecosistema è variegato. Si possono notare il cerro con carpino nero, rovere, aceri, pungitopo oltre al leccio, aceri, abeti, cipressi, pini domestici e altre specie arboree che in autunno regalano i più belli spettacoli di foliage. Il percorso poi continua fino a raggiungere una strada asfaltata che riporta al punto di partenza. Se avete intenzione di avventurarvi in questo sentiero non dimenticate di portarvi dietro la macchina fotografica perché vi imbatterete in meraviglie naturali dalla bellezza unica: la Val d’Orcia da un lato, Montepulciano che sbuca in lontananza così come i laghi di Chiusi e Montepulciano e anche il Trasimeno se siete fortunati. Il nostro consiglio è di percorrerlo al mattino e una volta rientrati al punto di partenza approfittare delle Piscine Termali Theia per un pomeriggio di relax.

Questo è solo uno dei sentieri che potete percorre a Chianciano Terme, tutti gli altri sono consultabili su Visit Chianciano Terme.

Sentiero delle Acque o delle sette Chiesine a Sarteano

Lunghezza: 5 km
Dislivello: 20 m

Suggestivo percorso pianeggiante attraverso due millenni di storia. Il sentiero scende verso l'Astrone ed è costellato di chiesette sorte molto probabilmente su luoghi pagani dedicati al culto delle acque.  Dopo la porta di San Martino, prendendo la strada per il cimitero, si incontra la prima: la "Chiesina della Concia" di cui rimane visibile solo il timpano, continuando si trova la Chiesa di Santa Vittoria, sconsacrata e priva del tetto, la chiesa del Crocifisso che ora è un'abitazione privata, l'edicola della "Madonna dell'uccellino", la chiesina privata della famiglia Borselli, l'edicola della "Madonna del Maldicapo" e la bella chiesa delle Spiagge, oggi privata. La Madonna del Maldicapo merita sicuramente una sosta ginnica per poggiare la testa nell’incavo della pietra che garantisce la scomparsa della nevralgia. O così almeno narra la leggenda. Scendendo oltre i ruderi dei vecchi mulini, seguendo il flusso prepotente dell'acqua in caduta, si arriva ai resti dell'impianto termale romano della Peschiera Giannini, la cui imponenza è documentata da un muro di 36 metri. Da lì si può far ritorno verso il paese seguendo il suggestivo percorso delle "vie cupe", strade di origine etrusca, con pareti intagliate negli alti strapiombi in travertino. Il percorso si fa ancora più suggestivo in autunno quando il foliage illumina i boschi intorno Sarteano da dove si può scorgere il Monte Cetona con tutti i suoi colori.

Questo è solo uno dei sentieri che potete percorre a Sarteano, tutti gli altri sono consultabili sulla guida sentieri e itinerari del Monte Cetona.

Valdichiana Living ha pensato un’offerta speciale per appassionati camminatori che intendono vivere l’avventura tra i sentieri della Valdichiana Senese approfittando di un weekend in Toscana: soggiorno tre notti in agriturismo, guida ambientale e ingresso alle Piscine Termali Theia a Chianciano Terme. Trovate tutte le informazioni qui. Se invece preferite un’esperienza giornaliera, Valdichiana Living può organizzare la vostra escursione per singoli o gruppi con una guida ambientale in uno dei suggestivi sentieri della Valdichiana Senese.

IT
CH