Teatro Poliziano - Montepulciano
Teatro degli Arrischianti - Sarteano
Teatro Ciro Pinsuti - Sinalunga
Teatro degli Oscuri - Torrita di Siena

Teatri del ‘700

Perle dei centri storici

MONTEPULCIANO

Teatro Poliziano

L’attività teatrale a Montepulciano è documentata almeno fin dalla metà del secolo XVII: esisteva a quei tempi un’Accademia, detta dei Raggirati, che spesso chiedeva al Comune varie forme di intervento a sostegno delle proprie recite. A questa Accademia farà seguito (dal 1706) quella degli Intrigati. Il primo teatro fu costruito negli spazi del Palazzo Comunale (1761) ma rivelatosi inadeguato, alla fine del settecento, gli accademici decisero di costruire un nuovo grande teatro all’interno dei cosiddetti “stanzoni del Monte Pio” sottostanti il Duomo. Il “Regio Teatro” che diverrà poi l’attuale “Poliziano”, fu costruito fra l’ottobre 1793 e il maggio 1796. La sala teatrale mantiene ancor oggi l’originaria pianta a ferro di cavallo con un buon numero di palchi (72) suddivisi in quattro ordini.

                       

SARTEANO

Teatro degli Arrischianti

Settecentesco edificio “bomboniera” in pieno centro storico, il Teatro Comunale degli Arrischianti è stato costruito nel 1680, ma il suo aspetto attuale è frutto di una ristrutturazione del 1740 e dell’aggiunta degli stucchi ottocenteschi. Rappresenta uno dei più significativi esempi di piccoli teatri toscani settecenteschi legati all’attività di accademie locali. Gli Arrischianti – nata nel 1731 e tutt’oggi attiva con la “Nuova Accademia” – rendono viva la struttura con le loro molteplici iniziative teatrali.

 

SINALUNGA

Teatro Ciro Pinsuti

La storia del teatro-gioiello Ciro Pinsuti, nel cuore del centro storico di Sinalunga è strettamente legata al proliferare di accademie letterarie che caratterizzò molti centri toscani fra il Seicento e Settecento. L’Accademia degli Smantellati, sorta nel 1673, nel 1772 decise di acquistare e restaurare il vecchio spazio teatrale cittadino. Del progetto di risistemazione venne incaricato l'architetto Leonardo de Vegni, colto e raffinato intellettuale di stampo Illuminista. Ma il progetto fu giudicato troppo grandioso e sproporzionato rispetto alle dimensioni e ai mezzi della cittadina della Valdichiana. Così le idee del De Vegni nel 1796 vennero riprese e rielaborate dall'accademico Gian Paolo Terrosi e fu formulato il progetto definitivo del nuovo teatro che venne inaugurato nel 1807. Sinalunga veniva dotata così di uno dei teatri più belli ed eleganti della Toscana meridionale, in grado di soddisfare le esigenze artistiche e culturali di un centro particolarmente vivace come quello della Valdichiana. Di grande fascino la “Stanza delle quattro stagioni” e la “Stanza del focolare”.

 

TORRITA

Teatro degli Oscuri

"Ab umbra lumen" è l'impresa dell'Accademia degli Oscuri costituitasi a Torrita nel 1763.  Già in quell’anno l’Accademia degli Oscuri, da cui ha preso il nome, ottenne un salone al piano terreno del Palazzo Pubblico per portare in scena commedie e spettacoli. Dopo una lunga serie di lavori durati per tutto il 1800, nel 1870 il teatro fu inaugurato con una nuova forma a pianta ovata con 23 palchi suddivisi in due ordini. Nel 1904 le decorazioni pittoriche vennero interamente rinnovate dai pittori Sallustio e Oreste Tarugi di Montepulciano. Oggi, questa struttura vede proporre spettacoli durante tutto l’anno ed è diventata un punto di riferimento per attività culturali di rilevanza anche internazionale. 

Ti consigliamo anche…
EN