Montefollonico: il Borgo segreto del Vin Santo

Scoprilo per "Lo gradireste un goccio di Vin Santo?"

Tra Montepulciano e Pienza , tra Valdichiana Senese e Val d’Orcia, c’è un piccolo borgo gioiello che, chi ha la fortuna di scoprirlo, se ne innamora a prima vista. Stiamo parlando di Montefollonico, borgo medievale nel Comune di Torrita di Siena. Un luogo di pace e serenità per i suoi abitanti e rifugio segreto per i numerosissimi amici internazionali che vi passano le vacanze estive o che hanno deciso di trasferirvici per il resto della vita.

Il 7 e l’8 dicembre è sicuramente l’occasione per scoprire la bellezza di Montefollonico in occasione di “Lo gradireste un goccio di Vin Santo?” l’evento che celebra la produzione del pregiatissimo liquido ambrato simbolo della cittadina. Quello tra Montefollonico e il Vin Santo è infatti un legame indissolubile, al punto che è conosciuto come “il borgo del Vin Santo”.

L’evento prende il nome da una frase rituale –“Lo gradireste un goccio di Vin Santo?” – che di solito accompagnava un bicchierino di questo vino che veniva offerto con una certa parsimonia, visto che la lunga lavorazione e l’accuratezza richiesta per produrlo lo rende un prodotto davvero prezioso, da concedere con oculatezza solo agli amici e agli ospiti di riguardo. Molti gli appuntamenti nel programma di questa 16a edizione, legati in ogni caso al Vin Santo e alle tante altre tradizioni che vi ruotano attorno.

Sabato 7 dicembre la manifestazione si apre con la visita di luoghi solitamente non accessibili al pubblico e il mercatino di prodotti locali, di artigianato e street food. Il pomeriggio invece sarà la volta delle degustazioni di Vin Santi amatoriali. Per i bambini, è stata organizzata una bella disfida a colpi di… caratello, da spingere per le vie del minuscolo centro storico. Per i loro genitori, che vogliono approfondire la storia di Montefollonico – che ha ricevuto dal Touring Club il riconoscimento di “Bandiera Arancione” - è previsto un incontro in cui si parlerà delle sue trasformazioni urbanistiche. Quindi, al teatro Vitolo, tutti a tavola per celebrare un gustoso gemellaggio tra i sapori di Toscana e di Basilicata; durante la cena, premiazione dei vincitori del concorso “Il miglior Vin Santo fatto in casa”, uno dei momenti più attesi.

Domenica 8 dicembre invece, per chi vuole fare una bella passeggiata naturalistica ed imparare qualcosa di più sulla storia geologica del territorio, l’appuntamento è sul Sentiero del Vin Santo. Nella giornata, rimane aperto il mercatino e la possibilità di mangiare del buon cibo di strada nelle vie del borgo. Alle 15 e in replica alle 17;30, dopo aver degustato qualche buon Vin Santo, nella Pieve di San Leonardo il gruppo teatrale ARTEdaPARTE HISTORIA presenta “L’urlo di Brandano”. Prosegue poi con un incontro durante il quale saranno date preziose indicazioni sulla Denominazione Comunale di Origine (DE.C.O.) : e su come valorizzare i prodotti agro-alimentari del territorio. Per finire, un torneo che, come il Vin Santo, ha il sapore e il valore dei tempi passati: un mini torneo di Tiro al Panforte e cena di benfinita. 

Per chi invece non potesse venire a Montefollonico in questo weekend può sempre scoprire la bellezza del borgo del Vin Santo con il Walking Tour sul Sentiero del Vin Santo organizzato da Valdichiana Living.

IT