Giornata nazionale dimore storiche italiane

Giornata nazionale Dimore storiche italiane

L'occasione per scoprire alcuni dei gioielli della Valdichiana Senese a Cetona, Montepulciano e Torrita di Siena

Il più grande museo diffuso d’Italia riapre le porte. Domenica 22 maggio torna la Giornata Nazionale dell’Associazione Dimore Storiche Italiane, giunta quest’anno alla XII edizione: oltre 400 luoghi esclusivi come castelli, rocche, ville, parchi e giardini saranno visitabili gratuitamente, in un’immersione nella storia che rende ancora oggi il nostro Paese identificabile nel mondo e che potrebbe costituirne il perno dello sviluppo sostenibile a lungo termine. In Valdichiana Senese sono tre le dimore storiche che aprono le proprie porte in occasione di questa giornata speciale per gli appassionati della cultura e dell'arte. 

Borgo di Camporsevoli a Cetona 

Prenota qui la visita

Il borgo di Camporsevoli si trova sulle pendici del Monte Cetona, al confine della Toscana con l'Umbria. Di origini etrusche, se ne conserva ancora due tombe di cui una visitabile. Nel corso dei secoli ha avuto una vivace storia di indipendenza in tempi medievali e di notevole importanza strategica più avanti, quando era sul confine esatto tra Granducato di Toscana e Stato Pontificio. Dalla metà del 1800 è di proprietà della famiglia Grossi che ad oggi se ne occupa in prima persona gestendo un attivo agriturismo.

La visita inizierà dal giardino della villa principale, davanti alla veduta sulla val di Chiana per proseguire all'interno del borgo visitando i vari edifici inclusa la prigione con i graffiti dei suoi "ospiti", la tomba etrusca dentro la quale è possibile scendere, il vecchio palazzo di giustizia dove si dice sia stata abolita per la prima volta la pena capitale. 

Parco Villa Trecci a Montepulciano 

Prenota qui la visita

Parco naturale mediterraneo a clima secco con un'estensione di 3 ettari. Lago con piante di palude, roseto, collezione di rose toscane, limonaia, aiuola, graminacee.Tutte le piante sono coltivate in modo naturale. Sono raccolte 390 specie di piante diverse e piante di olivo secolari monumentali. E` il primo parco ecosostenibile associato dal MIBACT ai Grandi Giardini Italiani APGI.

Villa Marselli a Montefollonico

Prenota qui la visita

I giardini sono stati realizzati dopo la carestia del 1816-17, avvenuta in seguito ad un evento naturale (eruzione del Vulcano Tambora in Indonesia) che provocò un raffreddamento generale della temperatura e quindi gravi problemi all'agricoltura anche in Europa. Per dare di che sostentarsi alla gente del paese i proprietari del tempo, i Signori Marselli, impiegarono i loro lavoratori nella realizzazione dei giardini. Possiamo trovare una zona per l'accumulo delle acque meteoritiche, un pomario, una parte a giardino all'italiana e una porzione di giardino all'inglese. Sono inoltre presenti decorazioni a mosaico realizzate con pietrame locale da maestranze del posto.

L'ingresso è possibile anche al terrazzo posto sulla Porta del Triano, uno di tre ingressi fortificati di Montefollonico

Informazioni addizionali

Ti consigliamo anche…
IT
CH