La storica corsa delle botti a Montepulciano

Bravio delle Botti

La storica corsa delle botti a Montepulciano

Il Bravio delle Botti si terrà dal 21 al 29 agosto proponendo un'edizione adatta alle condizioni vigenti. Modalità e svolgimetno della manifestazione saranno comunicate a breve. 

L’ultima domenica di Agosto si svolge a Montepulciano il tradizionale “Bravìo delle Botti”, rievocazione storica di una sfida tra le otto contrade cittadine, che in passato gareggiavano con i cavalli, e oggi con le botti. Le botti, dal peso di circa 80 kg ciascuna, vengono spinte e fatte rotolare da due atleti per ciascuna contrada, detti “spingitori”, lungo il percorso in salita di circa 1800 metri che si snoda tra le suggestive vie del centro storico della città poliziana fino all’arrivo sul sagrato del Duomo in Piazza Grande. La gara è tradizionalmente preceduta da un curato e affascinante corteo storico composto da oltre trecento figuranti che si muove per lo stesso percorso, offrendo giochi di bandiera e immagini d’altri tempi.

La parola “Bravìo” deriva dal volgare “Bravium”, e sta a indicare il premio assegnato alla contrada vincitrice, consistente in un panno dipinto recante l’immagine iconografica del patrono di Montepulciano, San Giovanni Decollato, in onore del quale si disputa ogni anno la manifestazione. La storia delle contrade poliziane si può far risalire alla fine del XIV secolo, più precisamente al 1373, anno in cui lo Statuto Comunale dedica l’intero capitolo 30 alle disposizioni sul Palio, che appare istituito proprio con questa legge in onore del patrono di Montepulciano (29 Agosto). Il Bravìo con i cavalli fu disputato fino al XVII secolo, poi soppresso per motivi di ordine pubblico.

Le contrade, che avevano un ruolo di controllo e amministrativo, vengono descritte già nello statuto comunale del 1337, IV libro del Sindaco, e con gli stessi nomi dell’epoca sono arrivate fino ad oggi e cioè: Cagnano, Collazzi, Coste, Gracciano, Poggiolo, San Donato, Talosa, Voltaia.

 

Ti consigliamo anche…
IT
CH