Sentiero dei Molini

Sarteano

Suggestivo percorso pianeggiante attraverso due millenni di storia.  Il sentiero scende verso l'Astrone ed è costellato di chiesette e un tempo anche di mulini, ben 18, di cui oggi sono visibili solo due ruderi.

Le sette chiesine sono sorte molto probabilmente su luoghi pagani dedicati al culto delle acque.  Dopo la porta di San Martino, prendendo la strada per il cimitero, si incontra la prima: la "Chiesina della Concia" di cui rimane visibile solo il timpano, continuando si trova la Chiesa di Santa Vittoria, sconsacrata e priva del tetto, la chiesa del Crocifisso che ora è un'abitazione privata, l'edicola della "Madonna dell'uccellino", la chiesina privata della famiglia Borselli,  l'edicola della "Madonna del Maldicapo" e la bella chiesa delle Spiagge, oggi privata. Scendendo oltre i ruderi dei vecchi mulini, seguendo il flusso prepotente dell'acqua in caduta, si arriva ai resti dell'impianto termale romano della Peschiera Giannini, la cui imponenza è documentata da un muro di 36 metri. Da lì si può far ritorno verso il paese seguendo il suggestivo percorso delle "vie cupe", strade di origine etrusca, con pareti intagliate negli alti strapiombi in travertino.

 

Lunghezza: 5 km

Dislivello: 20 m

Percorribile: a piedi, in bici, a cavallo

Punto di partenza e arrivo: Piazza Garibaldi a Sarteano

Luoghi da vedere: chiese e ruderi di antichi mulini, le vie cupe.

Vai al Percorso

Ti consigliamo anche…
EN